Vincenzo Monti Prestige Srl

WHO'S WHO: VINCENZO MONTI PRESTIGE® MONTI 26 ovvero il concetto tanto caro agli anglosassoni: "The 3 L's. Location, Location and Location!”. Le nostre Agenzie sono specializzate nel quartiere più importante di Milano e nelle quattro tra le più esclusive città mondiali: New York, Miami, Parigi e Londra.

MILAN - Via Vincenzo Monti 26 • VENICE - San Polo 2958  NEW YORK - The Cipriani Building, 25 Broadway • MIAMI SOUTH BEACH - 1000 5th Street • LONDON - 17 Grosvenor Gardens  PARIS - 100 Quai de la Rapée.

ITALY: MILANO Agency C.so Magenta/Pagano: showroom in Via Vincenzo Monti, 26 - 20123 Milano - MM Cadorna - Tel. 02.463972 - Fax 02.43400684 - monti@vincenzomontiprestige.it - Esclusivista zone: Vincenzo Monti, Castello, Cadorna, Corso Magenta, Pagano, Conciliazione, Canova, Arco Pace, Wagner, Buonarroti, Washington, Frua, Ravizza, Monte Rosa, Giulio Cesare, Tiziano, City Life, VI FebbraioStruttura esistente dal lontano 2002 per il quartiere residenziale più importante di Milano. 

Se vendete o cercate in acquisto in questi esclusivi "indirizzi", con noi avrete la certezza di trovare soddisfazione a quello che Vi occorre. Anche perché siamo abituati a far parlare i fatti. Dal 2002 ad oggi infatti, abbiamo:

  • VENDUTO PIÙ DI 200 APPARTAMENTI IN QUESTI INDIRIZZI PRESTIGIOSI;
  • AFFITTATO PIÙ DI 200 APPARTAMENTI IN QUESTI INDIRIZZI PREGIATI;

Questo vuol dire che tra le 100 vie fra le più importanti a Milano:

  • ABBIAMO TRATTATO VARIE CENTINAIA DI APPARTAMENTI;
  • ABBIAMO CONCLUSO CENTINAIA DI TRATTATIVE CON SUCCESSO;

Non è vero che non si vendano le case in Italia, metteteci alla prova!

 

ESTERO: ABBIAMO FATTO ACQUISTARE AI NOSTRI GENTILI CLIENTI DECINE DI IMMOBILI ALL’ESTERO CON LE SEDI APERTE IN LOCO A MIAMI, NEW YORK, LONDRA E PARIGI. Teniamo molto a segnalarVi che le sedi di Miami e New York svolgono servizio di Expertise per gli investimenti immobiliari all'estero dei Clienti Private da molti anni di Banca Aletti, Investment Bank del Gruppo Banca Popolare, nonchè quelli del Private Banking della Banca Popolare di Milano e di quelli di Fideuram, Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A. La nostra struttura abbraccia da oltre 10 anni la specializzazione nella vendita ad italiani di immobili all'estero; Guardate, a tal proposito, cliccando qui, l'intervista fatta ad Angelo Cinel, Presidente ed Ad di Wire, struttura alla quale siamo affiancati da sempre, nella rubrica "Lifestyle" di Patrimoni di ClassCNBC, MF Milano e Finanza, dedicata al Private Banking Italiano ed agli investimenti immobiliari fuori porta come asset non tradizionali e alternativi per clienti istituzionali e privati

NOI NON VENDIAMO QUALCHE PRODOTTO QUA E LA'.  Siamo gli unici presenti con vere e proprie sedi aperte e con personale italiano nelle località presentate, che cercano la casa adatta a Voi accedendo ALLA TOTALITÀ degli immobili disponibili nella località d’interesse con la sede locale. A non vendere solo immobili, ma a fornirVi una consulenza completa al Vs. domicilio o presso le nostre agenzie. A farVi parlare con Notai - che garantiranno la compravendita trattenendo i soldi sino al rogito (come previsto dalle leggi locali) - Commercialisti ed Avvocati in loco, che parlano italiano e specializzati nella località prescelta, incluso nel servizio e senza alcun impegno. Dopo aver ascoltato le Vs. necessità, selezioneremo un ventaglio di possibilità tra le quali, poi, potrete scegliere con calma, quando lo Vorrete e senza alcuna pressione. Nessuna spesa in caso di mancato acquisto. Affitteremo, infine, i Vs. immobili, dandoVi resoconto in Italia o dove vorrete, cureremo tutte le pratiche luce, gas, acqua etc. e li rivenderemo quando lo riterrete opportuno. In questo sito presentiamo solo alcune delle informazioni che siamo in grado di darVi di persona. I rivenditori autorizzati sono a Vs. disposizione per consigliarVi nella scelta. 

A tal proposito, non possiamo esimerci dal segnalarVi che, sempre Angelo Cinel, ha recentemente curato e pubblicato il volume "Acquistare casa all'estero" (edizioni Alpha Test). La prima guida completa sugli investimenti immobiliari internazionali, che si avvale della collaborazione di avvocati, commercialisti e consulenti fiscali specializzati nel settore. Il libro, unico nel suo genere, affronta i temi di maggior interesse per un investitore: spiega quali sono le figure professionali a cui rivolgersi, in quali Paesi acquistare e perché, le città di maggiore interesse per gli Italiani ed, infine, di quali aspetti legali e fiscali occorre tenere conto. Se interessati potrete acquistare qui il volume con uno sconto a Voi riservato.

Infine, per i nostri gentili Clienti, abbiamo creato l'indice "Prestige", il VMPI (the international residential "Vincenzo Monti Prestige Index") con le performance dei principali mercati immobiliari residenziali di tutto il mondo. Un "barometro globale" dove indicare i prezzi nella località indicata con valuta locale per metro quadro. I valori si intendono per immobili nuovi o con condizioni assimilabili al nuovo. The VMPI (the international residential Vincenzo Monti Prestige Index) is a comprehensive barometer of the performance of the world’s top residential property markets. This table shows spot prices for selected locations in local currencies and measurements.

CITY COUNTRY               US$/mq (sqm)           €/mq (sqm)

                                        Min   –   Max       Min   –   Max 

Milan Italy                              9,500 – 13,400         8,000 – 11,500

London UK                          35,700 - 43,700        26,100 - 31,900

New York US                      22,400 - 27,400        16,400 - 20,000

Paris France                       22,000 - 26,000        16,000 - 19,000

Miami US                              13,800 - 16,900       10,100  - 12,300

Monte Carlo Monaco       60,000 - 73,300        43,800 - 53,500

Hong Kong China             43,700 - 53,500        31,900 - 39,100

Geneva Switzerland         25,900 - 31,700        18,900 - 23,100

Moscow Russia                20,900 - 25,600        15,300  - 18,700

Shanghai China                 19,500 - 23,800       14,200 -  17,400

Los Angeles US                 14,000 - 17,100        10,200 - 12,500

Tokyo Japan                       11,900 - 14,600          8,700 -  10,700

Istanbul Turkey                    9,300 - 11,300           6,800 -  8,200

Sao Paulo Brazil                   6,600 -  8,100           4,800 - 5,900

Dubai UAE                              6,200 -  7,500           4,500 -  5,500

Sydney Australia              21,800 - 26,700        15,900 -  19,500

Singapore Singapore     27,600 - 33,700         20,100 - 24,600

Notes: Price ranges are for properties considered “super-prime”; price range for Miami relates to South Beach. New York to Manhattan.

LE AGENZIE:

MIAMI Agency - SOUTH BEACH - 1000 5th Street - Suite 1305 - Miami Beach 33139, FL - USA:

Aperta dal 2006 e specializzata per chi volesse investire nella principale destinazione di vacanza degli americani abbinando un ottimo investimento ad una casa-vacanza usufruibile in qualsiasi momento dell'anno. Accesso ALLA TOTALITÀ degli immobili disponibili sul mercato locale. Consulenze a 360°: abitativo, residenziale, commerciale, attività. Bilocali nuovi semi-arredati da meno di 250,000 $. Appartamenti in residence o Alberghi 5 stelle dai 40 mq in su da 330,000 $. Redditività sino 7 % annuo, facilità di locazioni con durata breve, burocrazia minima. Nessun rischio locativo. Affittiamo i Vostri appartamenti, li curiamo, li gestiamo per Voi. Infine li rivenderemo quando lo riterrete più opportuno. Inoltre attraverso delle Investments Properties, facciamo investire a Miami raccogliendo equity tra Investitori italiani interessati a cogliere buoni rendimenti, acquistando stabili, immobili attraverso fondi, ove ciascuno potrà acquistare quote a partire da un 5 %.

Clicca qui per vedere le case in offerta a Miami (noi possiamo venderVi tutti gli immobili qui presenti)

NEW YORK Agency The Cipriani Building 25 Broadway, 9th Floor - 10004 New York, NY USA:

Aperta dal 2008 nel cuore di una delle più importanti città del mondo. Per un investimento immobiliare che detta una sicurezza unica dell’investimento nel tempo. Su richiesta del Committente, ricerchiamo qualsiasi tipo di immobile in tutta New York. Abbiamo accesso ALLA TOTALITÀ degli immobili disponibili sul mercato locale. Esempi di acquisti a Manhattan: nuovi eleganti studio con prezzi da meno di 400,000 $, splendidi bilocali in magnifici buildings in ristrutturazione con piscina sul tetto a partire da 650,000 $ o trilocali da ca 900,000 $. 

Clicca qui per vedere le case in offerta a New York  (noi possiamo venderVi tutti gli immobili qui presenti)

LONDON Agency - 17 Grosvenor Gardens - London SW1W 0BD, ENGLAND:

Aperta nel cuore aristocratico di Londra, ha una storia di LUNGA esperienza sul mercato londinese. Fornisce un servizio di buyer agent / property finding per assistere con professionalità ed efficacia gli italiani nell’acquistare un immobile nelle migliori zone di Londra potendo accedere ALLA TOTALITA' degli immobili disponibili sul mercato locale. Proponiamo "pacchetti completi" acquisto immobile/ristrutturazione/affitto immediato strutturati come prodotti finanziari con possibilità del Cliente di gestione on-line, per accedere alle informazioni sulla gestione dell'investimento ovunque si trovi. Redditività media degli immobili 4 % annuo. 

Clicca qui per vedere le case in offerta a Londra (noi possiamo venderVi tutti gli immobili qui presenti)

PARIS Agency - 100 Quai de la Rapée - 75012 Paris, FRANCE:

Oggi uno straniero su  4 che compra casa  a Parigi è italiano, dato ufficiale Ordine Notai di Parigi. Il mercato parigino è da sempre un mercato prestigioso, in costante aumento negli ultimi 10 anni del 10-15 % annuo. Offriamo un servizio completo, creato su misura per gli italiani. Contrariamente alle agenzie francesi al servizio del venditore, noi siamo esclusivamente al servizio di Voi Acquirenti. La nostra missione consiste nel cercare, trovare, valutare e soppesare il bene immobiliare per le Vostre esigenze. Avrete così in noi un riferimento importante che contatterà tutte le agenzie e gli organi istituzionali che gestiscono il mercato. Siamo i primi a Parigi ad avere un software che accede al database di appartamenti di oltre 600 agenzie in Città. Vi accompagniamo in tutte le fasi dell’acquisto ed anche dopo, occupandoci della locazione, dei pagamenti, pulizia e quant’altro. Potrete così massimizzare i redditi scoprendo che un pied-à-terre a Parigi non costa, ma rende. Prezzi con piena proprietà a partire da 250000 €.

I NOSTRI RIVENDITORI SPECIALIZZATI SONO A VOSTRA DISPOSIZIONE NEI NOSTRI SHOWROOM


BORSA, ITALIA, ESTERO? DOVE INVESTIRE ?

Articolo Mattone all'estero: sempre più appeal sugli italiani 

UN PRIMO DATO IMPORTANTE: l'investimento immobiliare protegge dall'inflazione. Se un risparmiatore nel 1999 avesse comprato dei BOT a 12 mesi per un valore di 100 mila euro e allo stesso tempo avesse acquisito un appartamento di 40 mq a Milano in Piazza  Buonarroti dello stesso valore, oggi il patrimonio sarebbe di circa 380 mila euro, di cui 140 mila derivanti dai BOT e ben 240 mila dalla semplice rivalutazione dell’immobile, ai quali poi aggiungere eventuali redditività. (dati Banca d’Italia e Camera di Commercio di Milano). In Italia in media il rendimento lordo di un appartamento affittato a terzi rende intorno al 2,50 % netto (quasi il 50% del rendimento lordo dell'affitto di un immobile va a coprire costi, tasse ed oneri). Rendimento certo più alto del rendimento di un investimento in titoli di Stato (Bot, Btp), anche se più basso di un investimento azionario, che si presenta però molto più rischioso e consigliato oramai ai super-addetti ai lavori. All’estero invece le abitazioni hanno reso sempre di più che in Italia, con valori più vicini al normale mercato azionario, ed in alcuni casi addirittura con redditività garantite. Un dato però mai considerato in Italia è il rischio che gli inquilini si rendano morosi, sempre sottostimato e mai calcolato nell’incidenza della redditività di cui prima. All’Estero questo rischio non esiste, sia perché le leggi in materia di locazione sono molto più trasparenti di quella italiana e più a tutela dei Proprietari (oltre ad essere applicata molto più velocemente se si pensa “ai tempi degli sfratti italiani”, uno sfratto a Miami avviene in 3 mesi), sia perché spesso la tipologia stessa del bene acquistato all’estero prevede immobili, che per propria natura e per le località ove vengono acquistati, sono di solito affittati a turisti per periodicità molto più brevi nel tempo, ma altamente remunerative nella rendita.  Ad esempio affittare un appartamento a Miami rende ca 2.000 $ alla settimana. Comprare casa all'estero è una scelta d'investimento sempre più considerata da parte dei risparmiatori per via della convenienza economica. La crisi internazionale ha provocato una forte caduta nei prezzi degli immobili all'estero. Lo stesso invece non è avvenuto sul prezzo degli immobili in Italia, dimostratisi più rigidi e meno flessibili al ribasso rispetto a quelli stranieri. In conclusione, comprare una casa all'estero costa meno. Inoltre per chi compra casa in una location da sogno, il vero affare può essere passarci anche dei periodi di vacanza e poi, per il tempo in cui rimane inutilizzato, cederlo in gestione alla nostra struttura professionale che lo affitterà per Voi.

La nostra Business idea:

Vincenzo Monti Prestige® ha sviluppato una nuova linea di servizi rivolta sia agli investitori tradizionali, così come a chi vuole avvicinarsi all’universo degli investimenti immobiliari italiani od esteri a reddito. “Vincenzo Monti Prestige” ha scelto di specializzarsi nelle località che garantiscono sicurezza e tranquillità nella gestione del risparmio: in special modo nei Quartieri centrali e nei “downtown” di Milano, New York, Miami, Londra e Parigi. Vincenzo Monti Prestige® è un unico interlocutore che, in virtù di un’approfondita conoscenza del mercato immobiliare e della presenza sul posto, è in grado di valutare obiettivamente le molteplici tipologie di offerte immobiliari presenti sul mercato nazionale ed  internazionale ed a ricercare e selezionare per i propri Clienti le migliori opportunità di investimento per una sicura rivalutazione nel tempo. Siamo in grado di offrire la soluzione su misura per le esigenze più mirate, grazie ad informazioni semplici e comparabili per comprendere al meglio COME e DOVE investire.

Il nostro servizio è riassumibile in quattro soli punti:

1) check-up commerciale e tecnico del bene immobiliare e del luogo di posizionamento, sia che esso sia a Milano od all’estero; 
2) pianificazione e condivisione delle strategie di investimento con il cliente; 
3) integrazione e ottimizzazione delle performance di resa degli assets; 4) controllo ed aggiornamento dell'investimento.

La nostra è una società di valorizzazione e consulenza immobiliare, specializzata nel mercato degli investimenti immobiliari real estate internazionali. Ci distinguiamo per la nostra esperienza pluriennale nel mercato Estero, ove sono presenti filiali con personale italiano bilingua. La nostra impronta internazionale assicura alla nostra clientela un'assistenza completa e competente nelle operazioni immobiliari e d'investimento in tutto il mondo. Siamo in grado di proporre alla nostra clientela soluzioni di investimento ad alta redditività con ottime rivalutazioni. Professionalità e discrezione sono le caratteristiche che i nostri clienti maggiormente apprezzano del nostro team. Rappresentiamo una fusione del servizio offerto dal “Buyer Agent" (broker che rappresenta solo l’acquirente), comune in America, con il cosiddetto servizio di “Property Finding” (letteralmente “Ricerca immobiliare”) tipico del mercato anglosassone.

Noi non vendiamo semplicemente alcuni immobili all’estero, ma Vi offriamo una consulenza, già in Italia presso le nostre agenzie o al Vostro domicilio se preferite, per farVi acquistare l’immobile adatto alle Vostre esigenze. E tutto questo accedendo ALLA TOTALITÀ degli immobili disponibili nella località d’interesse con le sedi aperte in loco. Non c’è alcun costo in caso di mancato acquisto, così come non c’è alcun impegno ad effettuare lo stesso. Una volta che avrete eventualmente deciso un acquisto, vi daremo un’assistenza legale garantita durante tutto l’iter, sino al rogito in collaborazione con i nostri/Vostri avvocati e commercialisti. Ma anche successivamente, fornendoVi assistenza nell’organizzazione dei viaggi e dei servizi aggiuntivi per poter godere al meglio l’investimento effettuato.

L’acquisto di una casa-vacanza all’estero può trasformarsi nel lungo termine in un’ottima opportunità di investimento di capitale, con prospettive di rendite periodiche costanti. L'investitore può quindi contare su di un flusso costante di denaro, utilizzabile subito o come base per altri investimenti. Gestiamo infatti l'immobile quando non lo utilizzate. Basta concederci in affitto la proprietà per periodi determinati di tempo. Saremo noi ad assicurarci che vengano rispettati tutti i pagamenti e a gestire le varie operazioni di manutenzione e sicurezza, a seguirne le incombenze amministrative, a verificare sempre la pulizia e il perfetto stato dell’immobile, così come saremo noi ad aiutarvi in futuro in un’eventuale rivendita della proprietà. E tutto questo semplicemente recandoVi nei nostri uffici di Milano o nell'agenzia di riferimento estera sul posto o recandoci noi in tutta Italia presso il Vostro domicilio.

OVERVIEW: Gli Italiani comprano all'Estero.

Oltre 50mila le case comprate dagli italiani all’estero l'anno scorso. Mentre il mercato immobiliare in Italia non trova ancora la strada della ripresa, continua il trend positivo degli acquisti all’estero da parte delle famiglie italiane. Nel primo semestre gli italiani avevano comprato oltre 24mila case oltrefrontiera, che rappresenta un aumento del 9,5 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A spingere la domanda c’è la forte liquidità disponibile e la ricerca di investimenti immobiliari a basso costo e posizionati in zone di mare o in capitali mondiali. Le stime per la fine dell’anno sono per il superamento del numero di 50mila compravendite oltrefrontiera. Così gli italiani diventano terzi in Europa per acquisti all'estero, a seguito dei tedeschi (circa 70mila alloggi) e degli inglesi (55mila). Le informazioni relative agli acquisti degli italiani sono state raccolte ed elaborate VINCENZO MONTI PRESTIGE presso le autorità  dei diversi Paesi e le organizzazioni degli operatori immobiliari locali. Gli acquisti analizzati riguardano solo le residenze, prima e seconda casa, e sono escluse le altre destinazioni.

COMPRO CASA ALL'ESTERO: ANALISI DEL FENOMENO

E' in notevole aumento la percentuale di famiglie che acquista all’estero per investimento, che rappresentano quasi la metà del totale, perchè è in crescita la percezione dell’immobile come forma di investimento. Gli acquisti finalizzati alla messa a reddito continuano a essere concentrati nelle top location delle cittàpiù importanti, ma per la prima volta dopo diversi anni crescono gli investimenti speculativi nelle piazze caratterizzate da un profilo di rischio più elevato, in linea con le tendenze riscontrabili tra gli investitori istituzionali. Se nella fase recessiva gli investimenti erano finalizzati alla conservazione delle somme investite, la diffusa ripresa dei mercati immobiliari comporta la ricerca di rendimenti più elevati.

In lieve calo la percentuale di famiglie che ha comprato la seconda casa per uso diretto, pari a circa un terzo del totale. Si tratta per la maggior parte di famiglie con un budget limitato, alla ricerca di offerte a prezzi di sconto nei mercati caratterizzati da un ambiente paesaggistico gradevole e collegamenti low-cost con le principali città italiane. La larga maggioranza delle famiglie si rivolge alle località marine nel Mediterraneo, ma sono in aumento gli acquisti nelle località di montagna e campagna. Una quota più ristretta acquista abitazioni di lusso nelle zone turistiche di pregio, sia in Europa, che nel resto del mondo.

Stabile la quota di famiglie che acquista per motivi personali, che spaziano dal lavoro, allo studio dei figli, alla ricerca del buen retiro per l’età della pensione. Se gli acquisti legati a motivi di lavoro e studio vedono la predominanza di abitazioni di piccole dimensioni nelle principali città europee o americane, l’attenzione dei pensionati si rivolge verso Paesi attrattivi dal punto di vista climatico e caratterizzati da un sistema sanitario efficiente e un basso costo della vita. La crescita della percentuale di acquisti per investimenti comporta un aumento della spesa media, pari a circa 150mila euro, ma con oscillazioni sempre più ampie.

Le famiglie lombarde restano le più attive, concentrando oltre il venti per cento degli acquisti complessivi, in ulteriore crescita rispetto agli anni precedenti nonostante il rallentamento degli investimenti in Svizzera. Continuano ad aumentare le famiglie venete, piemontesi e laziali. In crescita anche la percentuale di famiglie del sud Italia, soprattutto campane. In calo le altre regioni, tra cui hanno un crescente peso gli acquirenti trentini, friulani e valdostani.

DOVE? Nel 2015 erano crollati gli acquisti in Grecia, ma, dopo gli accordi noti è ripartito invece in modo molto forte il mercato delle seconde case nella Repubblica Ellenica. Si è innescato un fenomeno che si può definire Grex-in, una “corsa” a comprare le case che i greci in difficoltà economica metteranno in vendita. Lo stock di appartamenti invenduti in Grecia era di circa 250mila alloggi (la metà rispetto all'Italia) ed permane in crescita. Escluse le località top (come Santorini), ovunque i prezzi sono scesi e quindi si possono realizzare acquisti interessanti. Gli italiani sono in prima fila nella corsa agli acquisti. 

 STATI UNITI Il rafforzamento del dollaro rispetto all’euro ha comportato una lieve flessione degli acquisti negli Stati Uniti. Gli Italiani, comunque, si collocano al secondo posto tra gli acquirenti europei negli Stati Uniti, dopo gli inglesi e alla pari con i tedeschi. Circa la metà degli acquisti degli italiani è concentrata a New York. Sebbene gli investimenti di alto profilo siano concentrati nelle top location, l’aumento dei prezzi, il calo dei rendimenti e la mansion tax sugli immobili di lusso hanno comportato un aumento dell’interesse verso i quartieri di seconda fascia, come Soho e Downtown a Manhattan, o Brooklyn. Al secondo posto tra le preferenze degli italiani resta Miami. Nonostante i prezzi siano quasi ritornati ai livelli pre-crisi, le prospettive di crescita a medio termine sono elevate grazie alle numerose opere di rivitalizzazione e infrastrutturazione portate avanti negli ultimi anni. Il clima di crescenti ottimismo e fiducia nel mercato di Miami sono confermati dalla elevata percentuale di vendite sulla carta, che erano praticamente inesistenti nella fase recessiva. Il forte squilibrio tra le diverse zone della citta Comporta una sempre maggiore polarizzazione degli investimenti stranieri nell’area di Miami Beach, anche se è in aumento l’attenzione verso le isolette artificiali situate tra Miami e Key West. La California concentra circa il quindici per cento degli acquisti negli Stati Uniti, con particolare attenzione verso le localita turistiche più famose, come San Diego, Santa Monica e Malibù, dove i prezzi sono in fase di ripresa, ma ancora sensibilmente inferiori rispetto a qualche anno fa. Stabile il trend verso le città più sviluppate dal punto di vista tecnologico, come Chicago e Boston, dove si concentra la domanda da parte delle famiglie che acquistano per motivi di lavoro o per permettere ai figli di frequentare l’Universita o un Master nelle università̀ americane più prestigiose. 

GRAN BRETAGNA Permane in parte, nonostante il Brexit, il flusso di acquisti a Londra, che concentra la larga maggioranza degli investimenti in Gran Bretagna, favorita anche da costi di transazione più bassi rispetto a molti altri Paesi europei. Nell’ultimo semestre gli italiani si collocano al terzo posto tra gli acquirenti stranieri, superati solo da russi e indiani. In aumento anche l’investimento medio, visto che gli acquisti superiori a un milione di sterline sono cresciuti del venti per cento rispetto all’anno precedente. Il calo dei rendimenti, che nelle zone centrali non superano il tre per cento lordo, non frena gli acquirenti, che cercano di spuntare ritorni più interessanti puntando sugli affitti di breve durata. Le zone più richieste continuano a essere quelle di maggior pregio, Mayfair, Chelsea e soprattutto, South Kensigton e Notting Hill. Tuttavia è in forte aumento la richiesta di abitazioni a prezzi più contenuti nell’area orientale rivitalizzata in occasione delle Olimpiadi. La domanda è in aumento soprattutto nell’area di Hackney, che si sta trasformando in un quartiere trendy, caratterizzato da una vita notturna e artistica intensa e dalla presenza di parchi e servizi moderni.

FRANCIA Dopo diversi anni consecutivi di calo sono nuovamente in aumento gli investimenti da parte di italiani in Francia, in controtendenza rispetto agli investimenti complessivi da parte di stranieri, calati del tredici per cento in un anno. La tendenza verso il basso delle quotazioni e l’offerta di rendimenti interessanti in alcune zone del Paese attirano la clientela italiana in quanto sono accompagnati dalla vicinanza geografica al nostro Paese. Una quota consistente degli acquisti continua a essere concentrata sui miniappartamenti nelle top location di Parigi, ma la ricerca di rendimenti più elevati spinge una fetta crescente della domanda a rivolgersi a quartieri semicentrali, come Montorgueil nel secondo distretto, il quartiere a nord di rue de Bretagne nel terzo distretto o l’area che sorge intorno al Canal Saint Martin nel decimo distretto. Sulla riva destra della Senna una buona percentuale di acquisti è concentrata nelle zone periferiche in fase di rinnovamento, come Batignolles, La Chapelle et La Villette. In queste aree i prezzi sono cresciuti del trenta per cento negli ultimi cinque anni e le prospettive sono di ulteriori rivalutazioni nel prossimo futuro. Tra le località turistiche tornano a crescere gli acquisti in Costa Azzurra, grazie anche al boom degli investimenti in nuda proprietà, ma l’atteggiamento degli acquirenti è estremamente selettivo. Tra le località emergenti ci sono la Linguadoca, nell’area meridionale del Paese, dove sono richieste soprattutto le case rustiche ristrutturate, con prezzi nettamente inferiori rispetto alle località turistiche più famose. Infine alcuni acquisti sono stati registrati in Aquitania, soprattutto per la recente crisi del mercato che ha reso disponibili ville di alto livello a prezzi di sconto. 

SVIZZERA In netto calo gli acquisti in Svizzera non solo per il rallentamento del fenomeno di fuga verso il Canton Ticino da parte delle famiglie lombarde ma soprattutto per il rafforzamento del franco e per le prospettive incerte del mercato immobiliare. Se le città più importanti, soprattutto Zurigo e Ginevra, mostrano una migliore tenuta perché concentrano la domanda delle famiglie che si trasferiscono per lavoro, il 2015 aveva registrato un crollo degli acquisti nelle località turistiche, dove i prezzi erano già elevati e diventati proibitivi a causa del cambio sfavorevole. Quest'anno sembrano migliorare le cose.

GERMANIA Continua a crescere il flusso di acquisti verso la Germania, che rappresentano circa il sette per cento del totale, rispetto a percentuali marginali fino a pochi anni fa. Sebbene siano in aumento gli investimenti in altre principali città, soprattutto Monaco e Amburgo, la larga maggioranza della domanda e concentrata a Berlino, dove i prezzi sono ancora bassi rispetto alle potenzialitàdi sviluppo della citta e i rendimenti sono competitivi rispetto alle città europee concorrenti. Mitte e Charlottenburg continuano a concentrare la quota più elevata della domanda di alto livello, grazie anche all’abbondante offerta di residenze individuali. Coloro che cercano un ambiente dinamico, ma nello stesso sofisticato, si rivolgono al quartiere di Prenzlauer Berg, situato nell’area settentrionale e famoso per la presenza di ristoranti, locali e piccoli negozi caratteristici. Prezzi un po’ più bassi sono riscontrabili a Kreuzberg, uno dei centri culturali della città, Friedrichshain, quartiere alla moda che attira i giovani, Treptow e Pankow, dove hanno comprato casa alcuni personaggi dello spettacolo. Infine, appena a nord del centro, sorge il quartiere Wedding, dove i prezzi sono decisamente contenuti ma esistono ottime prospettive di crescita nei prossimi anni in quanto si tratta di una zona recentemente riqualificata.

SPAGNA Il crollo delle quotazioni, accompagnato dalla presenza di un crescente numero di voli low cost, ha comportato il costante aumento degli acquisti in Spagna. Il mercato sembra aver superato la fase più bassa del ciclo, con un calo medio dei valori intorno al 45 per cento rispetto alle punte di mercato, e le prospettive di rivalutazione a medio termine sono elevate visto che il mercato immobiliare è in ripresa. Lo stock di invenduto è ancora consistente, intorno a 600mila abitazioni, concentrate soprattutto nelle zone turistiche che avevano registrato uno sviluppo edilizio senza controllo negli anni di boom immobiliare. Tuttavia nelle aree turistiche di maggior pregio, oltre che nelle grandi città, l’offerta comincia a scarseggiare e l’attività edilizia è in ripresa. La domanda delle famiglie italiane si rivolge soprattutto alle zone di pregio di Madrid e Barcellona. In forte crescita Valencia. Tra le località turistiche le famiglie con un budget più elevato si rivolgono soprattutto alle Baleari, con particolare attenzione alle case individuali nelle zone fronte mare di Maiorca e Minorca. La domanda di seconda fascia è guidata dalle principali località delle Canarie, soprattutto Lanzarote e Tenerife, mentre chi ha un budget più modesto cerca prevalentemente appartamenti di dimensioni medio-piccole in Costa Blanca e Costa del Sol. Con investimenti modesti si possono comprare casette da ristrutturare o già ristrutturate nelle zone interne. Infatti alcuni acquisti sono stati realizzati, ad esempio, nell’area di Jalon Valley, situata nella campagna della Costa Blanca, a circa venti minuti di distanza dalle spiagge di Denia o Moraira. 

EUROPA DELL’EST La ricerca di rendimenti elevati comporta un notevole aumento degli acquisti nei Paesi dell’Est, che rappresentano circa il dieci per cento degli investimenti complessivi. A parte qualche acquisto a Praga, Varsavia e in Romania, stabili rispetto all’anno scorso, una buna percentuale di investimenti riguarda la Croazia, favorita dalla vicinanza all’Italia e da buone prospettive di rivalutazione. La domanda si concentra sui progetti nuovi, che presentano standard qualitativi superiori. Le località più richieste si confermano Brac, Split e Dubrovnik. Si riscontrano i primi segnali di interesse per la Moldavia, caratterizzata dai rendimenti più elevati a livello europeo, intorno al dieci per cento, anche se non si può ancora parlare di un vero flusso di acquisti. In costante crescita, invece, il fenomeno Montenegro, grazie ad alcuni fattori, quali la presenza di voli low cost da Milano, la decisione del governo di abolire i costi di acquisto sulle case nuove per incentivare l’ingresso di capitali stranieri, la costante realizzazione di servizi di lusso, quali hotel, campi da golf, marine previsti dal Piano di Sviluppo 2007-2020. Le zone più richieste sono Budva, Kotor Bay, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, e Sveti Stefan, punto di Incontro del jet set internazionale. A Budva è in corso di realizzazione il progetto di lusso Dukley Gardens, dotato di marina privata, le cui unità immobiliari sono già state prenotate da alcune famiglie italiane, con prezzi variabili da 600mila a tre milioni di euro. Molte famiglie, invece, optano per l’acquisto di un terreno (che deve essere effettuato attraverso una società) sul quale far costruire l’abitazione, con un risparmio intorno al cinquanta per cento rispetto ad un immobile analogo già realizzato.

ALTRI PAESI EXTRA-EUROPEI Complessivamente stabili anche gli acquisti nei Paesi extra-europei, esclusi gli Stati Uniti, sebbene il fenomeno sia soggetto a una rapida evoluzione sia dal punto di vista delle caratteristiche che del numero di destinazioni. Gli investimenti in Asia restano limitati a causa della difficile comparazione dei mercati dal punto di vista burocratico e legislativo. Fanno eccezione le piazze caratterizzate da un basso costo della vita, prima fra tutte la Thailandia. Phuket è la localita più richiesta dagli italiani, grazie alla presenza dell’aeroporto internazionale, scuole e strutture sanitarie di buon livello, campi da golf dove si svolgono i campionati del mondo. La tipologia più richiesta è rappresentata da ville con due o tre camere, dotate di piscina e un piccolo terreno. In crescita gli acquisti a Kho Samui, dove i prezzi sono inferiori di circa il venti per cento rispetto a Phuket e Pattaya, dove le zone più richieste sono Wongamart e Jomtien. Nei prossimi anni le frontiere degli investimenti immobiliari all’estero si potrebbero estendere al Vietnam, dove la nuova normativa, entrata in vigore il 1° luglio 2015, dà la facoltà alle persone fisiche straniere dotate di un visto valido di possedere immobili residenziali nel Paese. In forte aumento gli investimenti a Dubai e Abu Dhabi, dove la ripresa economica e immobiliare e il buon andamento del mercato del lavoro, favorito anche dalle prospettive legate alla realizzazione di Expo 2020, comportano l’aumento della domanda da parte delle famiglie che intendono trasferirsi negli Emirati arabi in modo temporaneo o permanente. L’interesse degli investitori di alto livello è concentrato sui progetti innovativi, come il Mall of the World, un quartiere interamente climatizzato. Mentre l’incertezza politica ha fermato gli acquisti nei Paesi del nord Africa, gli ultimi anni hanno segnato una rapida espansione dell’interesse per le principali nazioni dell’America centro-meridionale, che mostrano un mercato immobiliare in forte sviluppo. A fronte di un calo degli acquisti in Brasile, legato ai prezzi elevati raggiunti dagli immobili di alto livello e al deterioramento dello scenario economico e immobiliare, sono in crescita gli acquisti nei principali Paesi dell’America centrale, soprattutto Costa Rica, dove gli acquisti sono concentrati nella zona costiera di Guanacaste, e Belize, dove è in forte aumento la domanda da parte di pensionati e amanti delle immersioni subacquee. La zona più richiesta è Cayo Ambergis, che ospita il Bachar Chico National Park & Marine Reserve, che fa parte del sistema naturale della barriera corallina dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Prosegue il flusso di acquisti in Messico, grazie ad una fiscalità vantaggiosa per gli investitori stranieri. Tra le città è in crescita l’interesse per Monterrey, in quanto si tratta di una metropoli in forte espansione dal punto di vista sia economico che culturale, situata a meno di duecento chilometri dal confine con gli Stati Uniti, e Guadalayara, la seconda città per importanza e prima per sviluppo tecnologico, conosciuta come la Silicon Valley messicana. Tra le località turistiche più richieste spiccano Acapulco e Cancun, dove gli italiani cercano soprattutto case indipendenti fronte mare. In crescita anche l’interesse per le maggiori isole dell’Oceano Indiano, Mauritius e Seychelles. Mentre la normativa di Mauritius è più favorevole agli acquirenti internazionali, alle Seychelles gli stranieri possono acquistare case e terreni, ma soltanto con l’obiettivo di fissarvi la residenza. Per questo motivo la domanda da parte di famiglie italiane proviene quasi esclusivamente dai pensionati che intendono trasferirsi nell’isola. Le zone più richieste sono Mahè, dove si trova Victoria, la più piccola capitale del mondo, e Praslin, che ospita la famosa spiaggia di Anse Lazio. Nel Mar dei Caraibi, invece, si registrano diversi acquisti nelle isole Cayman, dove il mercato è particolarmente vivace, soprattutto nella zona di Grand Cayman, perché si tratta di uno dei più noti paradisi fiscali in cui non sono previste tasse sui proventi finanziari.